0
0,00  0 prodotti

Non ci sono prodotti nel carrello.

Al negozio

§ 1 Oggetto delle CGC - Ambito di applicazione - Generalità

(1) Le presenti Condizioni Generali di Contratto (CGC) si applicano a tutti i contratti stipulati tra il Venditore e i suoi clienti attraverso il negozio online del Venditore.
(2) Il Venditore gestisce un negozio B2B puro. Ciò significa che i contratti di vendita vengono stipulati solo con i clienti e che pertanto sono invitati a utilizzare il negozio e a presentare offerte o a ricevere offerte dal venditore solo i clienti che trattano con il venditore in qualità di imprenditori. I consumatori sono esclusi dall'utilizzo del negozio.
(3) Un imprenditore ai sensi delle presenti CGV è una persona fisica o giuridica o una società di persone con capacità giuridica che, nel concludere un negozio giuridico, agisce nell'esercizio della propria attività commerciale, imprenditoriale o professionale. Un consumatore è una persona fisica che conclude o intende concludere un negozio giuridico per scopi prevalentemente estranei alla propria attività commerciale, imprenditoriale o professionale.
(4) Le presenti CG si applicano anche a tutte le future forniture, prestazioni o offerte al cliente, anche se non sono state nuovamente concordate separatamente.
(5) L'inclusione di termini e condizioni propri del cliente è espressamente rifiutata. Le parti possono concordare diversamente su base individuale. I termini e le condizioni del cliente o di terzi non sono applicabili anche se il venditore non si oppone separatamente alla loro validità in singoli casi. Anche se il venditore fa riferimento a una lettera che contiene o rimanda ai termini e alle condizioni del cliente o di terzi, ciò non costituisce un accordo sulla validità di tali termini e condizioni.
(6) La vendita, la rivendita e la disposizione delle forniture e dei servizi e di qualsiasi tecnologia o documentazione associata possono essere soggette alle leggi tedesche, dell'UE e degli Stati Uniti sul controllo delle esportazioni e, se del caso, alle leggi sul controllo delle esportazioni di altri Paesi. La rivendita a Paesi sottoposti a embargo, a persone soggette a restrizioni o a persone che utilizzano o potrebbero utilizzare la merce e i servizi per scopi militari, per armi NBC o per tecnologia nucleare è soggetta ad autorizzazione. Effettuando l'ordine, il cliente dichiara di essere conforme a tali leggi e regolamenti e che la merce e i servizi non saranno consegnati direttamente o indirettamente in Paesi che vietano o limitano l'importazione di tali beni e servizi (in particolare la merce). Il cliente dichiara di aver ottenuto tutte le licenze necessarie per l'esportazione e l'importazione.

§ 2 Offerta, conclusione e oggetto del contratto

(1) Le descrizioni degli articoli che possono essere visualizzate nel negozio online del Venditore non sono offerte vincolanti del Venditore per la stipula di contratti di vendita, ma servono inizialmente solo come invito al cliente a presentare un'offerta vincolante.
(2) L'offerta vincolante può essere inoltrata dal cliente tramite il modulo d'ordine online presente nel negozio online. A tal fine, il cliente inserisce la merce selezionata nel carrello digitale e segue la procedura d'ordine specificata; completa il tutto cliccando sul pulsante che conclude la procedura d'ordine e con questo clic presenta al venditore la sua offerta d'acquisto giuridicamente vincolante, relativa ai prodotti contenuti nel carrello.
(3) Il venditore ha cinque giorni lavorativi per accettare l'offerta. Questo può essere fatto da
  • inviare al cliente una conferma d'ordine scritta o una conferma d'ordine in forma testuale (fax o e-mail), dove la ricezione della conferma d'ordine da parte del cliente è determinante per la sua validità, oppure
  • inviare/consegnare al cliente la merce ordinata, per cui la ricezione della merce da parte del cliente o l'accettazione della merce da parte del cliente è determinante ai fini dell'efficacia, oppure
  • viene inviata una richiesta di pagamento al cliente.
Se si applicano più alternative, il contratto si conclude nel momento in cui viene soddisfatta la prima alternativa. Il periodo di accettazione per il venditore inizia il giorno successivo all'invio dell'offerta da parte del cliente e termina alla fine del quinto giorno lavorativo successivo alla spedizione dell'offerta del cliente. Se non c'è un'accettazione tempestiva, il cliente non è più vincolato dalla sua offerta e l'accettazione ritardata è considerata una nuova offerta al cliente, che può accettare entro cinque giorni lavorativi dal ricevimento da parte del venditore.
  • invia al venditore una dichiarazione di accettazione almeno in forma di testo (la ricezione da parte del venditore è decisiva), oppure
  • pagato il prezzo di acquisto.
Se si applicano diverse delle suddette alternative, il contratto si conclude nel momento in cui si realizza la prima alternativa.
(4) Se il cliente seleziona uno dei metodi di pagamento offerti da PayPal, la transazione di pagamento viene elaborata tramite il fornitore di servizi di pagamento PayPal (Europe) S.à r.l. et Cie, S.C.A., 22-24 Boulevard Royal, L-2449 Lussemburgo (di seguito: "PayPal").
Le condizioni d'uso di PayPal, consultabili all'indirizzo https://www.paypal.com/de/webapps/mpp/ua/useragreement-full, si applicano se il cliente possiede un conto PayPal. Se il cliente non dispone di un conto PayPal, si applicano i termini e le condizioni per i pagamenti senza conto PayPal, disponibili all'indirizzo https://www.paypal.com/de/webapps/mpp/ua/privacywax-full.
(5) Se il cliente seleziona come metodo di pagamento uno dei metodi di pagamento offerti da PayPal, il venditore dichiara - in deroga alle disposizioni di cui sopra - che l'offerta di acquisto del cliente è accettata nel momento in cui il cliente clicca sul pulsante che completa il processo d'ordine.
(6) Se il contratto viene concluso tramite il modulo d'ordine online, il testo del contratto viene salvato dopo la conclusione del contratto e inviato al cliente una volta in forma di testo (ad es. e-mail, fax o lettera) dopo l'invio dell'ordine. Il venditore non renderà disponibile il testo del contratto oltre a questo. Solo se il cliente, al momento dell'ordine, crea anche un conto cliente nel negozio online, potrà successivamente visualizzare i suoi acquisti tramite il conto, ossia fino all'elaborazione dei contratti. A tal fine, il cliente ha bisogno dei suoi dati di accesso all'account protetto da password.
(7) Il cliente può riconoscere eventuali errori di inserimento prima dell'invio vincolante dell'ordine leggendo attentamente le informazioni visualizzate sullo schermo tramite il pulsante finale del modulo d'ordine online. Il cliente può utilizzare la funzione di ingrandimento del browser come mezzo tecnico per individuare eventuali errori di inserimento. Gli errori di inserimento possono essere corretti o modificati fino a quando il cliente non ha cliccato sul pulsante che finalizza il processo d'ordine; ciò può essere fatto utilizzando le consuete funzioni della tastiera e del mouse.
(8) L'elaborazione dell'ordine e il contatto avvengono solitamente via e-mail o tramite funzioni automatizzate del negozio online. Il cliente deve pertanto controllare attentamente i propri inserimenti e assicurarsi che corrispondano tutti al vero e che l'indirizzo e-mail da lui fornito per l'elaborazione dell'ordine sia stato inserito senza errori e che possa effettivamente ricevere le e-mail inviate dal venditore a questo indirizzo. Il cliente deve inoltre configurare gli eventuali filtri SPAM utilizzati in modo tale che tutte le e-mail inviate dal venditore o da terzi incaricati dal venditore - relative all'elaborazione dell'ordine - possano essere recapitate.
(9) Le informazioni fornite dal Venditore sull'articolo acquistato (ad es. pesi, dimensioni, valori di utilità, capacità di carico, tolleranze e dati tecnici) nonché le rappresentazioni delle stesse (ad es. disegni e illustrazioni, in particolare nella descrizione dell'articolo nel negozio online) sono solo approssimative, a meno che l'utilizzabilità per lo scopo previsto dal contratto non richieda una conformità esatta. Non si tratta di caratteristiche garantite, ma di descrizioni o etichettature della fornitura o del servizio. Sono consentiti scostamenti abituali e scostamenti dovuti a norme di legge o a miglioramenti tecnici, nonché la sostituzione di componenti con parti equivalenti, a condizione che non compromettano l'utilizzabilità per lo scopo previsto dal contratto.

§ 3 Prezzi, termini di pagamento, compensazione

(1) Se non espressamente indicato diversamente nelle informazioni del negozio online, in particolare nella descrizione dell'articolo, i prezzi si intendono sempre al netto dell'IVA (prezzi netti) e delle spese di consegna e spedizione, che sono indicate separatamente nella descrizione dell'articolo.
(2) Se viene concordata la spedizione della merce in un paese al di fuori dell'Unione Europea, in singoli casi possono essere sostenuti costi aggiuntivi. Tali costi sono a carico del cliente e non devono essere rappresentati né sostenuti dal venditore. Tali costi possono essere, ad esempio: costi per il trasferimento di denaro da parte di istituti di credito (ad esempio, commissioni di trasferimento, commissioni di cambio), dazi o tasse di importazione (ad esempio, dazi doganali). I costi di trasferimento del denaro possono essere sostenuti anche nel caso in cui la merce non venga consegnata in un paese al di fuori dell'UE, ma il cliente effettui il pagamento da un paese al di fuori dell'Unione Europea.
(3) Le opzioni di pagamento saranno comunicate al cliente nel negozio online.
(4) Se il cliente seleziona un metodo di pagamento offerto tramite il servizio di pagamento "PayPal", il pagamento verrà elaborato tramite PayPal. PayPal è autorizzato a utilizzare fornitori di servizi di pagamento terzi.
(5) La compensazione con le contropretese del cliente o la trattenuta dei pagamenti dovuti a tali pretese è ammessa solo se le contropretese sono incontestabili o sono state legalmente accertate o derivano dallo stesso ordine in base al quale è stata effettuata la fornitura in questione.
(6) Il Venditore ha il diritto di eseguire o rendere le consegne o i servizi in sospeso solo dietro pagamento anticipato o prestazione di una garanzia se, dopo la stipula del contratto, viene a conoscenza di circostanze che potrebbero ridurre in modo significativo la solvibilità del Cliente e che mettono a rischio il pagamento dei crediti in sospeso del Venditore da parte del Cliente derivanti dal rispettivo rapporto contrattuale (anche da altri singoli ordini a cui può applicarsi lo stesso accordo quadro).

§ 4 Consegna e tempi di consegna

(1) Le consegne saranno effettuate franco fabbrica o franco magazzino del Venditore.
(2) I termini e le date per le consegne e le prestazioni promesse dal Venditore sono sempre e solo approssimativi, a meno che non sia stato espressamente promesso o concordato un termine fisso o una data fissa. Se è stata concordata la spedizione, i termini e le date di consegna si riferiscono al momento della consegna allo spedizioniere, al vettore o ad altri terzi incaricati del trasporto.
(3) Il Venditore, fatti salvi i suoi diritti derivanti dall'inadempimento del Cliente, può richiedere al Cliente una proroga dei termini di consegna e di esecuzione o un rinvio delle date di consegna e di esecuzione per il periodo in cui il Cliente non adempie ai suoi obblighi contrattuali nei confronti del Venditore.
(4) Il Venditore non sarà responsabile per l'impossibilità di consegna o per i ritardi nella consegna nella misura in cui questi siano causati da forza maggiore o da altri eventi imprevedibili al momento della conclusione del contratto (ad es. interruzioni operative di qualsiasi tipo, difficoltà nell'approvvigionamento di materiali o energia, ritardi nei trasporti, scioperi, serrate legali, carenza di manodopera, energia o materie prime, difficoltà nell'ottenere i necessari permessi ufficiali, provvedimenti ufficiali, mancata consegna o consegna corretta o puntuale da parte dei fornitori o in caso di interruzioni delle operazioni, della produzione e/o della catena di approvvigionamento del Venditore a causa di una pandemia) per i quali il Venditore non è responsabile. Se tali eventi rendono la consegna o la prestazione significativamente più difficile o impossibile per il Venditore e l'impedimento non è solo di natura temporanea, il Venditore avrà il diritto di recedere dal contratto. In caso di impedimenti di natura temporanea, i termini di consegna o di esecuzione saranno prorogati o le date di consegna o di esecuzione saranno posticipate del periodo dell'impedimento più un ragionevole periodo di avviamento. Se il cliente non può ragionevolmente aspettarsi di accettare la consegna o la prestazione a causa del ritardo, può recedere dal contratto mediante dichiarazione scritta immediata al venditore.
(5) Il Venditore è autorizzato ad effettuare consegne parziali solo se

a) la consegna parziale può essere utilizzata dal cliente nell'ambito dello scopo previsto dal contratto,
b) la consegna della restante merce ordinata è garantita e
c) il cliente non deve sostenere spese aggiuntive o costi supplementari significativi (a meno che il venditore non accetti di sostenere tali costi).

(6) Se il Venditore è in mora con una consegna o un servizio o se una consegna o un servizio diventa impossibile per qualsiasi motivo, la responsabilità del Venditore per i danni sarà limitata ai sensi del § 8 delle presenti CGV.

§ 5 Luogo di adempimento, spedizione, imballaggio, trasferimento del rischio, accettazione

(1) Il luogo di adempimento per tutti gli obblighi derivanti dal rapporto contrattuale è la sede legale del Venditore, se non diversamente concordato.
(2) Le modalità di spedizione e di imballaggio sono a discrezione del Venditore.
(3) Se non diversamente concordato, la merce sarà consegnata tramite spedizione all'indirizzo di consegna indicato dal cliente al momento dell'ordine.
(4) Il rischio passa al cliente al più tardi al momento della consegna dell'oggetto della fornitura (per cui è determinante l'inizio del processo di carico) allo spedizioniere, al vettore o ad altri terzi incaricati della spedizione. Ciò vale anche in caso di consegne parziali o se il venditore ha assunto altre prestazioni (ad es. spedizione o installazione). Se la spedizione o la consegna viene ritardata a causa di una circostanza di cui è responsabile il cliente, il rischio passa al cliente a partire dal giorno in cui l'oggetto della consegna è pronto per la spedizione e il venditore ne ha dato comunicazione al cliente.
(5) Le spese di magazzinaggio dopo il trasferimento del rischio sono a carico del cliente. In caso di immagazzinamento da parte del Venditore, le spese di immagazzinamento ammontano allo 0,25% dell'importo della fattura degli oggetti di fornitura da immagazzinare per settimana scaduta. Le parti si riservano il diritto di far valere e dimostrare costi di stoccaggio superiori/superiore o inferiori.
(6) Il Venditore assicurerà la spedizione contro il furto, la rottura, il trasporto, i danni da incendio e acqua o altri rischi assicurabili solo su espressa richiesta e a spese del Cliente.
(7) Se, in casi eccezionali, l'accettazione deve avvenire, l'oggetto acquistato si considera accettato se

a) la consegna e, se il venditore deve anche l'installazione, l'installazione è stata completata,
b) il venditore ha informato il cliente di ciò con riferimento all'accettazione fittizia ai sensi del presente § 5 (7) e gli ha chiesto di accettare,
c) sono trascorsi 14 giorni dalla consegna o il cliente ha iniziato a utilizzare l'articolo acquistato (ad esempio, ha messo l'articolo in uso/funzionamento e in questo caso sono trascorsi sette (7) giorni dalla consegna o dall'installazione e d) il cliente ha rifiutato l'accettazione entro questo periodo per motivi diversi da un difetto attribuibile al venditore.(ad esempio, l'articolo è stato messo in uso/funzionamento) e in questo caso sono trascorsi sette (7) giorni dalla consegna o dall'installazione e
d) il cliente non ha accettato la consegna entro questo periodo per un motivo diverso da un difetto notificato al venditore che rende impossibile l'uso dell'articolo acquistato o lo compromette in modo significativo.

§ 6 Responsabilità per difetti (garanzia)

(1) Il periodo di garanzia è di un anno dal trasferimento del rischio. Tale termine non si applica alle richieste di risarcimento danni da parte del cliente derivanti da lesioni alla vita, all'incolumità fisica o alla salute o da violazioni intenzionali o per grave negligenza da parte del venditore o dei suoi ausiliari, che in ogni caso si prescrivono in base alle disposizioni di legge.
(2) Gli articoli consegnati devono essere accuratamente ispezionati subito dopo la consegna al cliente o a un terzo da lui designato. Per quanto riguarda i difetti evidenti o altri difetti che sarebbero stati riconoscibili durante un'ispezione immediata e accurata, essi si considerano approvati dall'Acquirente se il Venditore non riceve una comunicazione scritta dei difetti entro cinque (5) giorni lavorativi (per giorni lavorativi si intendono tutti i giorni dal lunedì al venerdì, ad eccezione dei giorni festivi presso la sede del Venditore) dalla consegna. Per quanto riguarda gli altri difetti, gli oggetti di fornitura si considerano approvati dal cliente se la comunicazione dei difetti non perviene al venditore entro cinque (5) giorni lavorativi dal momento in cui il difetto si è manifestato; tuttavia, se il difetto si è manifestato già in un momento precedente durante il normale utilizzo, tale momento precedente sarà determinante per l'inizio del periodo di comunicazione dei difetti. Su richiesta del Venditore, un oggetto di consegna rifiutato dovrà essere restituito al Venditore in porto franco. In caso di denuncia di vizi giustificata, il Venditore rimborserà i costi del percorso di spedizione più favorevole per la spedizione di ritorno; ciò non si applica se i costi aumentano perché l'oggetto della fornitura si trova in un luogo diverso da quello di utilizzo previsto.
(3) In caso di difetti materiali degli articoli consegnati, il Venditore è inizialmente obbligato e autorizzato a eliminare il difetto o a effettuare una consegna sostitutiva a sua discrezione entro un termine ragionevole. In caso di fallimento, ossia di impossibilità, irragionevolezza, rifiuto o ritardo irragionevole della riparazione o della consegna sostitutiva, il cliente può recedere dal contratto o ridurre adeguatamente il prezzo di acquisto.
(4) Se un difetto è dovuto a una colpa del venditore, il cliente può anche chiedere il risarcimento dei danni alle condizioni specificate nel § 8.
(5) In caso di difetti di componenti di altri produttori che il Venditore non è in grado di eliminare per motivi di diritto di licenza o per motivi di fatto, il Venditore farà valere, a sua discrezione, i propri diritti di garanzia nei confronti dei produttori e dei fornitori per conto del Cliente o li cederà al Cliente. I diritti di garanzia nei confronti del Venditore per tali difetti sussistono solo alle altre condizioni e in conformità alle presenti Condizioni Generali di Fornitura, se l'applicazione giudiziaria dei suddetti diritti nei confronti del produttore e del fornitore non ha avuto successo o è inutile, ad esempio a causa dell'insolvenza. Per la durata della controversia legale, il termine di prescrizione per i relativi diritti di garanzia del cliente nei confronti del venditore sarà sospeso.
(6) La garanzia non si applica se il cliente modifica l'oggetto della fornitura o lo fa modificare da terzi senza il consenso del venditore e ciò rende impossibile o irragionevolmente difficile l'eliminazione del difetto. In ogni caso, il cliente dovrà sostenere i costi aggiuntivi per eliminare il difetto derivante dalla modifica.
(7) La consegna di articoli usati, concordata con il cliente in singoli casi, avviene con l'esclusione di qualsiasi garanzia per difetti di materiale.
(8) I termini di prescrizione previsti dalla legge per il diritto di regresso ai sensi del § 445b BGB rimangono inalterati dalle limitazioni e riduzioni di cui sopra.
(9) Se non diversamente stabilito sopra o nelle presenti CGC, la garanzia per i difetti è disciplinata dalle disposizioni di legge.

§ 7 Diritti di proprietà industriale, proprietà intellettuale

(1) Il Venditore garantisce, ai sensi del presente § 7, che l'oggetto della fornitura è esente da diritti di proprietà industriale o d'autore di terzi. Ciascuna parte contraente è tenuta a informare immediatamente per iscritto l'altra parte contraente nel caso in cui vengano avanzate pretese nei suoi confronti a causa della violazione di tali diritti.
(2) Nel caso in cui l'oggetto della fornitura violi un diritto di proprietà industriale o un diritto d'autore di terzi, il venditore dovrà, a sua scelta e a sue spese, modificare o sostituire l'oggetto della fornitura in modo tale che i diritti di terzi non vengano più violati, ma l'oggetto della fornitura continui a svolgere le funzioni concordate contrattualmente, oppure procurare il diritto di utilizzo al cliente stipulando un contratto di licenza con il terzo. Se il venditore non riesce a farlo entro un termine ragionevole, il cliente ha il diritto di recedere dal contratto o di ridurre adeguatamente il prezzo di acquisto. Eventuali richieste di risarcimento danni da parte del cliente sono soggette alle limitazioni di cui al § 8 delle presenti CGC.
(3) In caso di violazione dei diritti da parte di prodotti di altri produttori forniti dal Venditore, quest'ultimo, a sua discrezione, farà valere i propri diritti nei confronti dei produttori e dei fornitori a monte per conto del Cliente o li cederà al Cliente. In tali casi, i diritti nei confronti del Venditore sussistono ai sensi del presente § 7 solo se l'esecuzione giudiziaria dei suddetti diritti nei confronti dei produttori e dei fornitori a monte non ha avuto successo o è inutile, ad esempio a causa dell'insolvenza.
(4) Il Venditore si riserva il titolo e il diritto d'autore su tutte le offerte e i preventivi di spesa da lui presentati, nonché su disegni, illustrazioni, calcoli, opuscoli, cataloghi, modelli, strumenti e altri documenti e ausili messi a disposizione del Cliente. Il Cliente non può rendere tali elementi accessibili a terzi, divulgarli, utilizzarli egli stesso o tramite terzi, renderli pubblicamente accessibili, riprodurli o utilizzarli in altro modo per scopi diversi dall'avvio e dall'esecuzione del contratto senza l'espresso consenso del venditore. Su richiesta del venditore, il cliente è tenuto a restituire integralmente tali oggetti al venditore e a distruggere le copie eventualmente realizzate, qualora non siano più necessari al cliente nell'ambito dell'ordinaria amministrazione o qualora le trattative non portino alla conclusione di un contratto; in ogni caso, nella misura in cui non sussistano obblighi di conservazione previsti dalla legge. È esclusa l'archiviazione dei dati forniti elettronicamente ai fini del backup standard dei dati.

§ 8 Responsabilità per danni dovuti a colpa

(1) La responsabilità del Venditore per i danni, indipendentemente dai motivi legali, in particolare per impossibilità, ritardo, consegna difettosa o errata, violazione del contratto, violazione degli obblighi durante le trattative contrattuali e azione non autorizzata, sarà limitata in conformità al presente § 8, nella misura in cui la colpa è coinvolta in ciascun caso.
(2) Il Venditore non è responsabile in caso di semplice negligenza da parte dei suoi organi esecutivi, dei suoi rappresentanti legali, dei suoi dipendenti o di altri agenti ausiliari, nella misura in cui ciò non comporti una violazione di obblighi contrattuali sostanziali. Per obblighi contrattuali sostanziali si intendono l'obbligo di consegnare e installare l'oggetto della fornitura entro i termini previsti, l'assenza di vizi del titolo e di difetti materiali che ne compromettano la funzionalità o l'utilizzabilità in misura più che irrilevante, nonché l'obbligo di fornire consulenza, protezione e cura che hanno lo scopo di consentire al cliente di utilizzare l'oggetto della fornitura in conformità al contratto o di proteggere la vita e l'incolumità del personale del cliente o di proteggere la proprietà del cliente da danni rilevanti.
(3) Nella misura in cui il Venditore è responsabile per i danni ai sensi del § 8 (2), tale responsabilità sarà limitata ai danni che il Venditore ha previsto come possibile conseguenza di una violazione del contratto al momento della conclusione del contratto o che avrebbe dovuto prevedere se avesse esercitato la dovuta diligenza. Anche i danni indiretti e i danni conseguenti derivanti da difetti dell'oggetto della fornitura sono risarcibili solo se tali danni sono tipicamente prevedibili quando l'oggetto della fornitura viene utilizzato come previsto.
(4) Le esclusioni e le limitazioni di responsabilità di cui sopra si applicano nella stessa misura a favore degli organi esecutivi, dei rappresentanti legali, dei dipendenti e degli altri agenti ausiliari del Venditore.
(5) Qualora il Venditore fornisca informazioni tecniche o agisca in qualità di consulente e tali informazioni o consulenze non rientrino nell'ambito dei servizi contrattualmente previsti a carico del Venditore, ciò avverrà a titolo gratuito e con esclusione di qualsiasi responsabilità.
(6) Le limitazioni di cui al presente articolo 8 non si applicano alla responsabilità del Venditore per comportamento intenzionale, per caratteristiche garantite, per lesioni alla vita, al corpo o alla salute o ai sensi della legge sulla responsabilità del prodotto.

§ 9 Riserva di proprietà

(1) La merce consegnata dal Venditore al Cliente rimane di proprietà del Venditore fino al completo pagamento di tutti i crediti garantiti. La merce e la merce coperta da riserva di proprietà che subentra ai sensi delle seguenti disposizioni sono di seguito denominate "merce soggetta a riserva di proprietà".
(2) Il cliente deve conservare la merce prenotata a titolo gratuito per il venditore.
(3) Il cliente ha il diritto di usare e vendere la merce soggetta a riserva di proprietà fino al verificarsi del caso di recupero (paragrafo 8) nel corso di normali transazioni commerciali. Sono vietati i pegni e i trasferimenti a titolo di garanzia.
(4) Se la merce soggetta a riserva di proprietà viene usata dal cliente, si concorda che l'uso sia in nome e per conto del venditore e che il venditore ne detenga direttamente la proprietà o parte di essa, nel caso di utilizzo di materiali di più proprietari o se il valore del bene trasformato risulta superiore al valore della merce soggetta a riserva di proprietà. In tal caso la comproprietà (proprietà frazionaria) del bene sarò nel rapporto tra il valore della merce soggetta a riserva di proprietà e il valore del nuovo bene. Nel caso in cui l'acquisizione non avvenga, il cliente dovrà trasferire al venditore, a titolo di garanzia, la sua futura proprietà o - nel rapporto sopra indicato - la comproprietà delbene trasformato. Se la merce soggetta a riserva di proprietà viene combinata o mescolata in modo inseparabile con altri oggetti per formare un unico oggetto e se uno degli altri oggetti deve essere considerato l'oggetto principale, il cliente deve, nella misura in cui l'oggetto principale gli appartiene, trasferire la comproprietà dell'unico oggetto al venditore su base proporzionale come indicato nella frase 1.
(5) In caso di rivendita della merce soggetta a riserva di proprietà, il cliente cede al venditore a titolo di garanzia il credito risultante nei confronti dell'acquirente - in caso di comproprietà del venditore sulla merce soggetta a riserva di proprietà in proporzione alla quota di comproprietà. Lo stesso vale per altri crediti che si sostituiscono alla merce sottoposta a riserva di proprietà o che sorgono in altro modo in relazione alla merce sottoposta a riserva di proprietà, come ad esempio crediti assicurativi o crediti derivanti da azioni non autorizzate in caso di perdita o distruzione. Il venditore autorizza revocatoriamente il cliente a riscuotere a proprio nome i crediti ceduti al venditore. Il venditore può revocare questa autorizzazione all'addebito diretto solo in caso di realizzazione (comma 8).
(6) In caso di sequestro della merce sottoposta a riserva di proprietà da parte di terzi, in particolare tramite pignoramento, il cliente è tenuto a comunicare immediatamente la proprietà del venditore e a informare quest'ultimo per consentirgli di far valere i propri diritti di proprietà. Se il terzo non è in grado di rimborsare al venditore le spese giudiziarie o extragiudiziarie sostenute a questo proposito, il cliente sarà responsabile nei confronti del venditore.
(7) Il Venditore svincolerà la merce soggetta a riserva di proprietà e gli oggetti o i crediti che la sostituiscono se il loro valore supera di oltre il 50% l'importo dei crediti garantiti. La scelta degli articoli da svincolare successivamente sarà a discrezione del Venditore.
(8) Se il venditore recede dal contratto in caso di comportamento del cliente in violazione del contratto - in particolare in caso di mancato pagamento - (evento esecutivo), ha il diritto di richiedere la restituzione della merce ordinata.

§ 10 Legge applicabile e foro competente per le controversie e lingua/traduzione del contratto

(1) Se il cliente è un commerciante, una persona giuridica di diritto pubblico o un fondo speciale di diritto pubblico o non ha un foro generale nella Repubblica Federale Tedesca, il foro competente per eventuali controversie derivanti dal rapporto commerciale tra il venditore e il cliente sarà Saarbrücken o la sede legale del cliente, a discrezione del venditore. In tali casi, tuttavia, Saarbrücken sarà il foro competente esclusivo per le azioni legali contro il Venditore. La presente disposizione non pregiudica le disposizioni di legge obbligatorie in materia di foro esclusivo.
(2) Il rapporto tra il Venditore e il Cliente è disciplinato esclusivamente dalle leggi della Repubblica Federale di Germania. Non si applica la Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di vendita internazionale di beni mobili dell'11 aprile 1980 (CISG).
(3) Per la stipula del contratto è disponibile solo la lingua tedesca.
(4) Le presenti CGV e tutte le altre descrizioni e testi relativi alla merce o al contenuto del contratto devono essere interpretati esclusivamente sulla base del diritto tedesco applicabile e secondo la comprensione giuridica e linguistica tedesca. Nel caso in cui su questo sito web siano disponibili anche versioni tradotte, queste hanno uno scopo puramente informativo e non diventano parte integrante del negozio giuridico. In caso di discrepanze tra la versione tedesca e le altre versioni linguistiche, farà fede solo la versione tedesca.
(5) Qualora il contratto o le presenti Condizioni generali di contratto contengano lacune, si considerano come concordate per colmare tali lacune le disposizioni giuridicamente efficaci che le parti contraenti avrebbero concordato in conformità agli obiettivi economici del contratto e allo scopo delle presenti Condizioni generali di fornitura se fossero state a conoscenza della lacuna.
© 2024 Fixture Tech Solutions GmbH
serraturacarrellocrocemenuchevron-down